DRITTI ALLA META

See on Scoop.itGazzetta Elbana

gazzetta‘s insight:

.

Tutti noi che abbiamo aderito al Movimento 5 Stelle abbiamo ripudiato le varie ideologie in cui abbiamo erroneamente creduto in un passato neanche tanto remoto e allo stesso tempo abbiamo accettato le regole e i vincoli di fiducia che ci siamo dati liberamente. Abbiamo fatto della trasparenza su tutto e del fatto che uno valga uno la nostra bandiera. Abbiamo messo da parte i personalismi e le decisioni del singolo per diventare una comunità compatta e forte che opera per il bene dei cittadini italiani nel loro insieme. Facciamo questo per senso di responsabilità civica, per onestà e coerenza, per passione, per il futuro nostro e dei nostri figli e delle generazioni a venire. Nasciamo da un coacervato di mille colori e mille bandiere politiche che abbiamo ripudiato per unirci sotto la stessa bandiera del Movimento. Le nostre decisioni vengono prese democraticamente e a maggioranza ma a maggioranza di tutti e non solo a maggioranza di chi temporaneamente si trova dentro le istituzioni e immancabilmente cederà il passo al fratello o compagno (o come preferite chiamarlo) del M5S che verrà dopo di lui. Dopo anni di fatica, sacrifici e lotte per riuscire ad entrare integri dentro il Sistema, non possiamo lasciare che il Sistema ci contagi e che tra noi nascano divisioni e correnti come avviene nei tanto avversati e odiati partiti politici canonici dai quali ci vogliamo distinguere. Se per la paura che i conterranei ci critichino, ogni volta che si presenta l’occasione di mostrarci uniti tentenniamo; se ogni volta che gli "esperti volponi" della politica ci tendono un tranello, anziché consultarci con la base, agiamo d’istinto, la nostra esperienza muore prima di nascere. Non siamo in politica per arricchirci, non siamo in politica per far valere ragioni legate alle passate appartenenze. Siamo in politica per dare un esempio di integrità, coerenza, onestà e per far si che il bene, i diritti e gli interessi dei cittadini italiani siano difesi e tutelati; e quando parlo di cittadini italiani intendo tutti, anche quelli che ancora obnubilati dalle parole della Casta, si ostinano a sostenere chi li tiene schiavi e li deruba. La vecchia politica ha prosperato grazie al principio del divide et impera facendo credere anche a noi, prima che ci affrancassimo, che esistessero concetti come destra e sinistra. Noi siamo andati oltre e oggi vediamo lo scopo bieco del loro dividerci in branchi controllabili, branchi che possono facilmente essere messi gli uni contro gli altri, mentre loro dall’alto ridono, rubano e calano l’orrido muso nello stesso truogolo. Loro sono esperti dell’imbroglio, strateghi della truffa e sanno muovere le corde del cuore quando necessario. Loro sono lì da sempre e hanno decennali esperienze che noi non vogliamo ma non potremmo neanche eguagliare in poco tempo. La nostra unica forza è l’unione, se ci dividiamo siamo perduti e facili prede di questi esperti bracconieri. Ci vogliono fuori dalle commissioni che nascondono il loro sporco operato come COPASIR e ANTIMAFIA e tante altre… hanno paura ma sanno difendersi bene e non lasceranno niente di intentato per confonderci, farci perdere la faccia e farci fuori dalle istituzioni. Creano ad arte malcontento nascondendosi tra noi e commentano come se fossero nostri amici con l’intento di seminare dubbi e sfiducia. Sperano che la nostra implosione ci spinga nuovamente entro i recinti che hanno preparato con cura. Vogliono che ci ricongiungiamo un po’ a destra, un po’ a sinistra con quegli italiani, che ancora ciechi, ancora vivono sotto il loro indiscutibile dominio. Le tenteranno tutte: le buone maniere, le lusinghe per poi virare verso le insinuazioni, le minacce, la distruzione mediatica e civile. Noi gli stiamo facendo mancare il terreno sotto ai piedi e giorno per giorno gli rubiamo altri fratelli dai loro recinti. Ogni nuovo grillino è per loro un colpo al cuore; significa instabilità delle loro vite lussuose e comode, dei loro vergognosamente lauti stipendi, dei vitalizi, dei privilegi. Siamo una minaccia troppo grande per aspettarci da loro una flebile difesa. Se fino ad oggi ci è sembrata dura non illudiamoci, perché il meglio deve ancora venire. Per ora ci denigrano, ci osservano, cercano di dividerci ma quando toccheremo loro gli interessi maggiori, state tranquilli che tutta la lotta passata ci sembrerà al confronto una passeggiata nel parco. Loro sono forti perché pur mostrandosi diversi e lontani in pubblico, nel privato si accordano su tutto e trovano sempre la maniera di sopravvivere come dei cancri. Non lasciamoci dividere, ripudiamo i vecchi credo, restiamo compatti. Solo così avremo la forza di abbattere questo sistema marcio e dare un futuro a tutti gli italiani. Non siamo dei santi e nemmeno degli eroi ma se restiamo uniti su tutto (e ricordate che tutto quello che decidiamo lo decidiamo con le nostre votazioni interne in perfetta democrazia) possiamo essere inarrestabili. Cambieremo l’Italia solo se ci crederemo veramente e metteremo da parte l’interesse individuale privilegiando quello comune. 

(Carlo Merli)

Annunci

Se non puoi inviarci un'email lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: