ESSERE DONNA in Italia Oggi

See on Scoop.itGazzetta Elbana

Emilia Pignatelli – Scenografa e autrice del pezzo

gazzetta‘s insight:

BASTA!
Credo di non fare cosa sgradita se parlo a nome del genere femminile di questo paese che da troppo tempo viene privato della dignità e del rispetto che merita.Da giorni, mesi e anni in Italia l’immagine della donna sui media non corrisponde alla realtà, si racconta solo una piccolissima parte del nostro paese, quella minima rappresentanza che agevolata dal sistema di potere organizzato e ben ramificato ha sostituito con le ville e le sedi di partito i luoghi storicamente riconosciuti dove le escort venivano chiamate con il loro vero nome: “Puttane” e dove gli atti di libidine venivano consumati e riconosciuti come tali. Il tutto si svolgeva lungo i marciapiedi di strade di periferia, nei bordelli, negli appartamenti privati, e spesso anche tra le mura domestiche con i matrimoni d’interesse.Tutto ciò però non ha mai fatto pensare che le donne fossero tutte Puttane, o che alla base del pensiero femminile vendere il proprio corpo rappresenta l’unico modo per realizzarsi nella carriera e nella vita privata, mai fino ad ora.La visione distorta, perversa, priva di valori e morale che viviamo oggi in Italia grazie al minuzioso lavoro svolto con operazioni di marketing studiate nei minimi dettagli da chi dovrebbe pensare al bene del nostro paese e invece si preoccupa solo di legittimare comportamenti miserabili e squallidi, fa si che per una rappresentanza importante di cittadini italiani ciò che viene raccontato e mistificato rappresenti la normalità.Questa però non è la normalità e non rappresenta la vita di tutti noi. Le Puttane sono sempre esistite e sempre esisteranno, i magnaccia sono sempre esistiti e sempre esisteranno, le persone che non sono in grado di instaurare rapporti autentici e hanno bisogno dei soldi per mettersi in relazione con gli altri, e non solo per ricevere piacere fisico, sono sempre esistiti e sempre esisteranno.Quindi basta con le interviste a esseri insulsi, che faccio fatica a definire donne, che si permettono di dire, agevolate da programmi televisivi seguiti da milioni di persone, che il vero problema del nostro paese è la morale, che le persone perbene sono dei perdenti, che chi vive nel rispetto degli altri deve essere emarginato e abbandonato dal sistema, lo stesso sistema che legittima corruzione e sfruttamento.BASTA!!!!! Lancio un appello al giornalismo che merita di essere definito tale, cominciate a proporre modelli positivi e parliamo del paese reale, diamo spazio a pensieri e parole di significato, dimostriamo al mondo che in Italia il nostro Presidente del Consiglio e la sua corte sono un’anomalia, fate in modo che “Se non ora quando” diventi un manifesto culturale anche se le donne non scendono in piazza tutti i giorni dell’anno!

 

Emilia Pignatelli

Annunci

Se non puoi inviarci un'email lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: